sabato 10 novembre 2012

Review Forever Marilyn, collezione Marilyn Monroe by Mac




All’inizio di ottobre la Mac ha presentato una collezione ispirata a Marilyn Monroe. In alcuni paesi è stata quasi una collezione fantasma: tutti i rifornimenti sono stati terminati solo poche ore dopo l’uscita. Se non conoscete tutti i pezzi compresi all’interno del progetto vi invito a leggere le righe al termine del post cui relegherò una breve sintesi; adesso vado invece a parlarvi del pezzo che personalmente ho acquistato: la Beauty Powder Forever Marilyn.








Secondo il mio parere questo prodotto è veramente imperdibile, però bisogna bene ponderare l’eventuale acquisto perché non è adatto a tutte le tipologie di pelle, e questo dipende sostanzialmente dalla particolarissima colorazione del prodotto. Normalmente siamo abituati a vedere ciprie incolore (quelle in polvere libera, per capirci) o di colori che imitano fedelmente i diversi incarnati (ciprie colorate compatte); questa, invece, è una cipria palesemente pesca e ricca di finissimi glitter oro e argento. Dunque, si capisce, non stiamo parlando di una cipria universale. Questo prodotto è indicato soprattutto per le donne dal sottotono freddo o tutt’al più neutro. Questa sfumatura di pesca dona un certo pallidore che non sempre è un effetto apprezzato dalla clientela: su qualche recensione ho sentito parlare di “effetto fantasma”; ebbene io trovo questa qualità perfettamente in linea con la genesi della collezione. Estremamente luminosa, per niente polverosa, una vola applicata sul viso non lascia distinguere i piccoli, piccolissimi brillantini, che rimangono ad ogni modo complici di un bellissimo effetto satinato.
La formulazione non è molto levigante, né perfeziona particolarmente la grana della pelle. Nemmeno la tenuta rientra fra le qualità del prodotto: dura sì e no un paio d’orette. Insomma è una cipria diametralmente opposta alle usuali ciprie Hd che, al contrario, levigano, perfezionano, opacizzano e resistono.
Tirando le somme indirizzerei verso la Forever Marilyn un pubblico abbastanza ristretto di persone, ovvero quelle dalle pelli molto chiare, fredde o neutre, e non grasse. Se avete la pelle scura o olivastra tenetevi ben lontane da questa cipria, non sarebbe adatta nemmeno come illuminante per gli zigomi, data la colorazione così poco compatibile coi vostri incarnati.




Il packaging – e qui vado a parlarvi dell’intera collezione- è molto più bello degli ordinari prodotti Mac. Si tiene sui toni del nero deciso e del bianco pallido. È una collezione intrigante e misteriosa che tende a svelare un dark-side di Marilyn che la vede posare per Greene in toni ammiccanti e reattivi. La scelta di questo servizio fotografico è stata, a mio parere, veramente sorprendente, ma non mi trovo completamente d’accordo con questo concept ombroso e selvaggio. Mostrare una nuova Marilyn? Bene, perfetto, ma allora cominciamo con lo scindere il suo nome dagli attributi di sensualità e prorompenza. Io avrei apprezzato una chiave d’interpretazione più consona ai valori della spontaneità e della riflessione, avrei mostrato una Marilyn malinconica sì, ma non impostata e remissiva. Anche con la gamma di prodotti effettivamente ci troviamo di fronte ad un terrenno già pestato: rossetti carichi sui toni del rosso, una forte presenza del bianco…insomma tutto ciò che ci si poteva aspettare. La cipria Forever Marilyn è quella che forse più si stacca da questo discorso: nasce veramente per emulare le pelli diafane degli anni ’50 e ne riproduce le tonalità del pesca e dell’oro. La trovo veramente raffinatissima.
Questi sono tutti gli altri prodotti che troviamo all’interno della collezione:




 

Non so se nei Mac Stores riuscirete a trovare ancora qualche superstite della cipria che vi ho mostrato, in tal caso spero proprio che riuscirete ad accaparrarvi questo piccolo capolavoro di cosmetica. In bocca al lupo per le spese!



2 commenti:

  1. Risposte
    1. Eppure in foto rende molto poco. Grazie per aver lasciato un segno ;)

      Elimina